Archaiologia – Tempo (Dilatazioni)

Archaiologia – Time (Dilations)

Or click here to view the full «Archaiologia» project as a slideshow.

ENG In the Time (Dilations) series «The time of the clock overlaps the subjective time producing a sort of parallel universe of suspended time, where such suspension means revelation. Matilde frames places and isolates them as moments of deep significance, turning them into icons of mystery.» (Virginia Villari)
It is included in the Archaiologia project, where deserted spaces link different time dimensions, and the presence of past events can be perceived. The different environments are excavation sites, in which the viewer is pushed to build a possible narrative by observing «what is left.»
The project is shot on medium-format negative film and then scanned. The different images are intended to retain and merge together the subtle aesthetics specific to the negative and to the digital formats.
ITANella serie Tempo (Dilatazioni) «La contemporaneità non viene rappresentata dal tuffarsi nel vortice delle persone e degli avvenimenti, ma piuttosto da quegli scenari che collegano il nostro essere ora e oggi al passato – e al futuro – in un rapporto ambiguo, fatto di ricordo e attesa.» (Chiara Bernasconi)
Il tempo, così come viene creato da un’immagine. Attraverso luce e costruzione dell’inquadratura voglio restituire un’impressione di durata, di tempo espanso, legato alla percezione umana, a ciò che trasforma uno scorrere indeterminato di punti in un’immagine tolta alle profondità del tempo e fatta significare.
La serie fa parte del progetto Archaiologia, un’investigazione di spazi in cui passato e presente in qualche modo coesistono, e in cui si avverte la presenza di eventi accaduti anche molto tempo prima. In tal senso, possiamo guardare ai diversi ambienti come a siti archeologici, per i quali chi guarda è spinto a costruire una possibile narrazione attraverso l’osservazione di «ciò che ne rimane».
L’intero progetto è scattato su negativo medio formato che viene poi scansionato. Le varie immagini sono concepite per trattenere e confondere le sottili imprecisioni sia del negativo che del digitale, che vanno a enfatizzare la loro natura di superfici e la loro atmosfera onirica di sospensione temporale.


Digg This, Del.icio.us, StumbleUpon